Il Filo della RealtÃ

ballaro.jpg

Finalmente ritorno a scrivere sul mio blog dopo un periodo di stallo intellettuale. Mancano pochi giorni all’elezioni politiche che dovrebbero sancire la fine dei 5 anni più scellerati di gestione politica del nostro Paese. Imperversano comizi, pubblicità e confronti politici in tivù; proprio su uno di questi volevo basare questa mia piccola riflessione: Ballarò del 28 Marzo nel quale, tra gli ospiti, c’era il Premier Silvio Berlusconi. Ciò che mi ha sorpreso maggiormente di tutto il dibattito e delle argomentazioni del Premier è il distaccamento dei suoi discorsi da quel che è la realtà . Da buon imprenditore, Berlusconi, dispensa una serie di numeri, percentuali e dati atti a confondere chi lo ascolta, ad inculcare un pensiero di convinzione nelle menti fragili di chi si lascia abbindolare dai numeri campati in aria. Tutto questo è discorde con la realtà , tasso di disoccupazione che scende ma che realmente sale, migliaia di assunzioni in tutti i campo che non si vedono. Il nostro Premier ricorda a tutti di aver cambiato l’università , la scuola e altre istituzioni, nessuno lo può negare, ma non si è chiesto certamente se in bene o male. In definitiva il nostro Berlusconi non segue un filo logico nei suoi discorsi che vada a pari passo con la realtà bensì si basa sui dati come ogni bravo uomo d’affari.

Bertinotti l’ha definito avversario, io lo definisco nemico della società .


Scrivi un commento

Per inviare un commento devi fare il loggin.